Quest'attico di un antico palazzo dei primi novecento rimase chiuso per quasi mezzo secolo.
Torna ora al suo originario splendore grazie ad un complesso restauro. 
 Meravigliosi pavimenti che incorniciano le stanze come tappeti, sono riportati alla luce. Contrasti tonali e materici dialogano con le stratigrafie progettuali: il primo l'ultimo. Il tutto per creare una continuità ed una uniformità che andasse ad esaltare le preesistenze, richiami a tempi passati con tecniche contemporanee.
 Marmorino stucco e modanature si confondono tra loro lasciando spazio al bianco candido ed ai colori dei pavimenti per creare una atmosfera eterea.
Back to Top